Marco Carta contro gli haters: “Mi mandavate foto di antitaccheggi!”, poi commenta la decisione del giudice

Marco Carta ha passato una notte in cella, ma per il giudice Stefano Caramellino l’arresto non era necessario (anzi, sarebbe illegittimo) in quanto gli “elementi di sospetto sono del tutto eterei ed inconsistenti; la versione degli imputati non è allo stato scalfita da alcun elemento probatorio contrario”.

Il cantante, che resta comunque indagato per concorso in furto aggravato ed a settembre sarà processato, ha voluto commentare così questa notizia del giudice, attaccando anche gli haters che in queste settimane lo avrebbero importunato su Instagram.

“Grazie, a tutti quelli che mi hanno difeso senza bisogno di questo servizio che comincia a fare chiarezza circa la situazione, grazie alla mia famiglia e a tutti i miei colleghi, ma grazie sopratutto a voi haters per avermi fatto capire che sono più forte di quanto pensassi, grazie per avermi reso più resistente.
Grazie a voi, quando con i vostri tag nelle stories mi mandavate antitaccheggi in maniera allusiva, denigratoria e calunniante”.

Fra tre mesi con il processo scopriremo cosa realmente Marco Carta ha fatto quel pomeriggio in Rinascente.
Al momento si gode la promozione del suo nuovo singolo. Ma tanto floppera ancora una volta. Che dire, stelline e meteore fallite che SOGNANO TRAGUARDI IMPORTANTI e cadono cosi’ in basso SI RITENGONO ARRIVISTI e non sanno neanche comportarsi civilmente. Se questi sono modelli e sono esempi da dare i giovani. VERGOGNATI MARCO!

Marco Carta
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: